STORIES_ [ Come mi vuoi?]
Dal: 16/11/2017 - al: 16/11/2017
Teatro Biblioteca Quarticciolo - Via Castellaneta, 10 - Roma

SPECIALE PROMOZIONE 8€ anziché 10€ per tutti i lettori di gufetto.press, inviando una email a promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it 

Compagnia KoDance in collaborazione con ATCL

STORIES_ [ Come mi vuoi?]

coreografia Silvia Marti 

con Giulia Federico, Simona Cutrignelli, Silvia Marti, Fabio Semeraro, Vincenzo Battista

 

“L’iniziativa è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2017 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale”

Compagnia KoDance, in collaborazione con ATCL, presenta al Teatro Biblioteca Quarticciolo il 16 novembre alle ore 21.00, in anteprima nazionale, STORIES_ [ Come mi vuoi?] con la coreografia di Silvia Marti e gli  intepreti Giulia Federico, Simona Cutrignelli, Silvia Marti, Fabio Semeraro, Vincenzo Battista. Si tratta del primo appuntamento della stagione danza  a cura di Valentina Marini.

“Mantenimento dello status quo, prolungamenti di personalità, icone, abili artifici, dolci menzogne, ego Appeal, stabiliscono un contatto a doppia visione proiettando i protagonisti in un luogo virtuale, accogliente, ingannevole come un miraggio nel deserto. Senza porre sentenze, giudizi universali, solcano a fatica questa terra dove ogni traccia, impronta, segno lasciato è una storia. Con il suo linguaggio articolato e surreale STORIES ammicca ad una semplice domanda, che a sua volta racchiude molteplici altre domande; Come mi vuoi? La risposta è come un lasciapassare che darà accesso a luoghi presidiati da un’ inimmaginabile mediocrità, oppure una via di fuga verso la cruda ed inutile verità anticonformista contornata da una forzata intellettualità.”

L’iniziativa è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2017 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

La compagnia, stabile in Roma, fonda il proprio lavoro coreografico sull’analisi minuziosa del movimento, a partire da una seria considerazione della pratica d’improvvisazione come canale di ascolto del proprio “io”, quindi come mezzo di creazione necessario per sviluppare tutte le potenzialità del corpo in relazione all’ambiente circostante. Focus della ricerca coreografica firmata Silvia Marti è l’attenzione sensibile a percepire, quindi a comunicare, quella soglia impercettibile che esiste tra interno ed esterno del corpo danzante e che prende vita sia nel lavoro individuale che in quello di gruppo, in una relazione costante con lo spazio, con una predilizione verso la visione tridimensionale dell’ azione.

La compagnia ha ottenuto numerosi riconoscimenti di critica e di pubblico ed è stata ospite presso prestigiosi eventi e Festival in Italia ed all’estero quali: “8 Beats - Gala Internazionale di Danza” accanto a compagnie della portata di London Contemporary Dance, Richard Alston Dance, Goddard Nixon Dance, Cirque de la Danse, Fondazione AterBalletto (Reggio Emilia); “Evolution Festival” e “Che Danza Vuoi” presso Teatro Greco (Roma); “Kontejner Festival”, “Body Perform” ed “Eden connect the dot” presso Teatro dell’Orologio (Roma); Festival “Raccordi” presso Teatro dei Riuniti (Umbertide); “Foot Print Dance Festival” (Londra); “Tanz Fest” (Alatri); “IDaCo Dance” presso Sheen Center (New York). Attualmente la compagnia è residente negli spazi del Teatro di Villa Pamphilj, dove a creato nel 2016 PLATONIC, creazione per tre danzatrici.

link

IN AGENDA

Settembre
26

NEWS

FARSI SILENZIO @ Chiostro di Villa Vogel. Il sacro ascolto dell'altro
La performance di teatro partecipato FARSI SILENZIO di Marco Cacciola e Tindaro Granata guida lo spettatore in cuffia alla ricerca del Sacro attraverso un pellegrinaggio fatto di incontri laici, agnostici e mistici
Se vuoi vivere felice non smettere mai di cercare - Fortunato Cerlino
Fortunato Cerlino ha scritto il libro, il romanzo che tutti noi vorremmo scrivere o aver già scritto.
WALKING THÉRAPIE @ Teatro di Rifredi: una terapia contro le terapie
Dal 21 luglio al 4 agosto è sbarcato dal Belgio a Firenze l'esperimento di psico-camminata urbana Walking Therapie grazie a Pupi e Fresedde del Teatro di Rifredi dopo il successo riscontrato anche negli adattamenti ad Avignone e Rennes.
WE LOVE ARABS @ Teatro Vascello - FUORI PROGRAMMA: lo spazio scomodo dove non c'è un arabo
Continua con We Love Arabs la rassegna di danza contemporanea Fuori Programma al Teatro Vascello.  Hillel Kogan, coreografo israeliano proveniente dalla prestigiosa Batsheva Dance Company di Tel Aviv, apre questo spettacolo ironico e tagliente parlando al pubblico del movimento, della danza che penetra lo spazio, e di questo spazio che può essere vissuto dal corpo ma che a volte invece è ostile.