NELLA GIUNGLA DELLE CITTà - im dickicht der staedte
Dal: 25/04/2017 - al: 30/04/2017
Teatro Sala Uno,Complesso pontificio della Scala Santa, Piazza di Porta S. Giovanni, 10 - Roma

BIGLIETTO RIDOTTO a 10 euro+2 tessera PER CHI PRENOTA COME LETTORE DI GUFETTO!!
tel: 06 86606211 dalle 17.00 alle 20.00

Cavalierimascherati e SalaUno teatro
presentano
im dickicht der staedte
di
Bertolt Brecht

con
Caterina Casini, Chiara Condrò, Eugenio Banella, Guido Goitre, Irene Vannelli
Lorenzo Garufo, Luisa Belviso, Marco Usai, Maurizio Greco, Stefano Flamia

musiche eseguite dal vivo dal maestro
Valerio Mele

regia
Alessandro De Feo

Martedì-Sabato h 21.00 | Domenica h 18.00
durata: 100 min con intervallo
biglietti: 12 € intero -  8€ ridotto
Tessera associativa 2€


“Vi trovate a Chicago, ed assistete all'inspiegabile lotta di due uomini e alla rovina di una fa­miglia, che dalle praterie è venuta nella giungla della metropoli. Non tormentatevi il cervello per scopri­re i motivi di questa lotta, ma interessatevi alle poste umane in gioco, giudicate imparzialmente lo stile a-gonistico dei due avversari e concentrate la vostra attenzione sul finale”. (Bertolt Brecht)

La giungla è una cricca di orientali di seconda generazione, sgualdrine tossicodipendenti e alcolizzate, timide ragazze mittel-europee nella morsa dei lupi. Una lotta tra due uomini apparentemente squilibrata, tra scontri, fughe e sudore, domande che esigono risposte. Thaiti o New York? L'allestimento punta all' esaltazione totale e scarna dell' azione, alla ricerca di immagini e ambientazioni cangianti, per evitare la fissità del quadro, tentando di conferire costante dinamica alla scena, anche con l'esecuzione di musiche dal vivo. Il gruppo di orientali presente nell' opera parla spesso una propria lingua, inventata, con traduzione proiettata su schermo. Avvincente e misterioso “Nella giungla delle città” fu scritto tra il 1921 e il 1923 quando l’America, crocevia di popoli e culture, rappresentava il futuro e la possibilità di una vita nuova, tematiche più che mai attuali, che ancora oggi riescono a inquadrare e dipingere sfumature, contraddizioni ed ambiguità della società contemporanea.

Cavalierimascherati è una compagnia di giovani teatranti residenti a Roma che provengono da differenti formazioni, quasi tutti passati per l'accademia del teatro Quirino. Iniziano lo studio delle opere di Brecht con Giancarlo Sammartano, e successivamente con Carlo Boso, mettendo in scena Opera da tre soldi e Un uomo è un uomo (compagnia Marabutti). Lo spettacolo La vera vita del Cavaliere Mascherato, riscrittura di una dimenticata opera dell' autore, ha partecipato al premio Attilio Corsini 2016 presso il teatro Vittoria, ed è stato semifinalista al Roma Fringe 2015, con nomination per miglior regia e miglior attore.


link

IN AGENDA

Febbraio
22

NEWS

INVISIBLE LIGHT@ Sala del Cenacolo del Complesso di Vicolo Valdina: Le fotografie di Sheila McKinnon per riflettere sulla condizione della donna ed il cambiamento climatico
Dal 15 al 23 Febbraio 2018, presso la Sala del Cenacolo del Complesso di Vicolo Valdina, alla Camera dei Deputati di Roma, la fotografa canadese Sheila McKinnon, espone la sua visione sui diritti delle donne e il pericolo del cambiamento climatico
VAN DYCK E I SUOI AMICI. FIAMMINGHI A GENOVA 1600.1640 @Palazzo della Meridiana
VAN DYCK E I SUOI AMICI. FIAMMINGHI A GENOVA 1600 -1640 è la terza mostra dedicata al Seicento, promossa dall’Associazione Amici di Palazzo della Meridiana a Genova e ospitata nelle splendide sale del Palazzo dal 9 febbraio al 10 giugno 2018
IO OBIETTO@Teatro Biblioteca Quarticciolo: morire di coscienza
È andato in scena sabato 9 e domenica 10 febbraio al Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma IO OBIETTO, scritto da Elisabetta Canitano, ginecologa e presidente dell'associazione Vita di Donna, spettacolo che denuncia la situazione penosa che l'Italia vive a causa dell'invadenza della religione nell'ambito sanitario.
SORELLA CON FRATELLO @ Teatro Argot Studio: un amore profanato all'estremo
Il regista Alessandro Machìa porta in scena dal 6 febbraio, teatro Argot Studio “Sorella con fratello”, il testo di Alberto Bassetti che chiude la “trilogia della famiglia” (composta da Le due sorelle e I due fratelli, premio Vallecorsi 2013)