IL CIRCO CAPOVOLTO @ Fringe Festival: un viaggio tra i ricordi
Di: Paola Brigaglia
pubblicato il: 08/09/2017
categoria: RECENSIONI RM

Il 3, 4 e 5 settembre, al Fringe Festival di Roma, è andato in scena IL CIRCO CAPOVOLTO di e con Andrea Lupo, diretto da Andrea Paolucci, prodotto dal Teatro delle Temperie. Branko Hrabal-Andrea Lupo è morto: sette coltellate gli hanno perforato la schiena.

È lui stesso a raccontarci, con un intenso monologo, la storia della sua vita e quella della sua famiglia di circensi, terminata in un campo di concentramento durante le deportazioni naziste dei rom. Durante la narrazione vi sono dei frequenti salti temporali che ci portano in tre diverse dimensioni: quella presente, in cui Branko giace morto e viene trovato, lavato e trasportato via dagli altri abitanti del campo baracche tra immagini oniriche di volpi venute a prenderlo per portarlo nell’aldilà; quella dell’anno trascorso nel campo, in cui i suoi unici veri interlocutori sono i bambini, curiosi dei suoi misteriosi scatoloni chiusi pieni di attrezzature circensi e quella della seconda guerra mondiale, quando suo nonno Nap’apò, capo di un circo, veniva deportato dai nazisti insieme a tutta la famiglia e ai suoi artisti in un campo di concentramento.

La recitazione è molto espressiva e comunicativa e varia spesso nella rapidità e nell’intensità, soprattutto nei passaggi da una dimensione temporale all’altra. L’arredamento di scena è praticamente assente, tranne che per alcuni scatoloni ammonticchiati: lo spettacolo è infatti incentrato sull’evocazione di ricordi e di immagini, è come una visione collettiva nella quale il pubblico viene esplicitamente invitato a immergersi «chiudete gli occhi e immaginate..».

Le musiche di David Sarnelli hanno un ruolo fondamentale in questa operazione: alternando fisarmoniche ad accompagnamenti elettronici, queste seguono e sottolineano il ritmo della narrazione, aiutando a rendere viva l’esperienza delle storie che ascoltiamo. Benché non molto originale, il tema ha sicuramente una forte valenza attuale ed è molto ben rappresentato.

Info:
Il Circo Capovolto

Teatro delle Temperie

PROVENIENTE DA
Valsamoggia

DI
Andrea Lupo

REGIA DI
Andrea Paolucci

GENERE
monologo

Riferimenti :

IN AGENDA

Settembre
21

NEWS

ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI: al Quadraro,un nuovo week end di musica, circo e teatro
Nuovo appuntamento con ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI, la rassegna di teatro, danza e visual art che sta animando Largo Spartaco nel quartiere Quadraro di Roma, con performance urbane, art-specific! La Rassegna terminerà il 30 settembre per poi spostarsi il 14 e 15 ottobre a Falerna e Calcata per due nuovi appuntamenti
LA VECCHIA DOROTEA@Teatro Gerolamo Milano
‘La vecchia Dorotea’ spettacolo storico della Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli ritorna fino al 17 settembre 2017 nell’antica sede restaurata del Teatro Gerolamo in Piazza Beccaria facendo rivivere il passato anche urbanistico di Milano
Freschezze letterarie di Settembre
Quando si torna dalle vacanze, si è ancora un po’ smarriti. Emotivamente abbiamo ancora le sensazioni dei momenti e dei luoghi vissuti nei viaggi e che inesorabilmente ci trasciniamo nella routine lavorativa che non vogliamo.
LE NOTTI BIANCHE@Fringe Festival: «breve ma intenso»
La recitazione è molto trascinante, soprattutto durante i monologhi di Gabriele Granito e di Fabio Matteo Maffei, che creano dei momenti intensi e poetici.