IL TEATRO CHE NON C’ERA- “HO BISOGNO DI SENTIMENTI

Dal: 13/09/2019 - Al: 15/12/2019
immagine non visualizzata
SITO WEB

Al Teatro Studio Keiros andrà in scena, a partire dal 13 settembre il FESTIVAL: "IL TEATRO CHE NON C’ERA- “HO BISOGNO DI SENTIMENTI”, dedicato alla memoria del regista, attore e autore Daniele Valmaggi, direzione artistica Stefano Maria Palmitessa.

Venerdì 19 settembre: Salvo Miraglia: CAOS DI DONNA, tratto da Luigi Pirandello, in replica il 19 ottobre. Salvo Miraglia, Agata Magrì e il danzatore Jean Michel Danquin saranno i protagonisti di questa mise en èspace cucita sulle declinazioni della Follia.

Venerdì 18 ottobre sarà la volta di DINO CAMPANA: IL PIÙ LUNGO GIORNO reading e messa in opera di Monica Giovinazzi, regista, autrice e performer attiva tra Roma, Latina e Vienna (produzione RaabeTeatro). La performance penetra nella poesia di Campana, il folle e visionario autore dei ‘Canti Orfici’,  cercando lo scorcio giusto in cui far apparire l’onirico, si combinano le parole, si aprono dei pozzi da cui prendono vita immagini e colori.

Domenica 20 ottobre Il Teatro dei Piedi di Laura Kibel presenta A PIEDE LIBERO. Lo spettacolo è frutto della lunga tournèe mondiale dell’artista, che qui evoca mondi e costumi di paesi diversi, rivisitando favole e canzoni e portando spunti di riflessione su temi e contenuti importanti come la guerra, il femminismo, le religioni e l’ottusità.

Dal 24 a 27 ottobre Stefano Maria Palmitessa metterà in scena IL NEONATO REFRATTARIO 4.0 di Alida Castagna. Sono trascorsi quarant’anni dal momento in cui la neonata ha messo fuori la testa, ed è ancora lì, affacciata sul mondo, indecisa sul da farsi, incapace di trovare il coraggio di ‘nascere per intero’. Come passano il tempo madre e figlia, incastrate l’una nell’altra?Le due non fanno altro che accusarsi a vicenda: la figlia la incolpa di averle trasmesso sentimenti negativi e paralizzanti sul mondo, lei viceversa l’accusa di codardia e pusillanimità. Spettacolo vincitore del  "Premio del pubblico - Rita Sala" al XXVII Festival del Teatro Patologico di Roma.

Il 16 e 17 novembre la Piccola Compagnia Impertinente di Foggia presenta I DON’T CARE, ideato e diretto da Pierluigi Bevilacqua. Spettacolo dal forte impatto visivo, è incentrato sull’attualissimo tema della dipendenza dai social network  e dell’iperconnessione, e  rappresenta il fiore all’occhiello della Compagnia, avendo collezionato successi in Italia ma soprattutto all’estero. Gli attori sono degli avatar in “total black”, illuminati prevalentemente dalle luci degli smartphone che diventano i veri protagonisti della scena.

Dal 6 all’8 dicembre andrà in scena BUCEFALO IL PUGILATORE scritto, diretto e interpretato da Alessio De Caprio.  Lo spettacolo racconta la storia del pugile ebreo romano Lazzaro Anticoli morto nell’eccidio delle Fosse Ardeatine. È recitato per buona parte in giudaico romanesco ed è frutto di accurate ricerche effettuate presso gli archivi del Centro di Cultura Ebraica di Roma, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, il carcere di Regina Coeli e di interviste ad ex deportati, parenti del pugile e gente comune che ha vissuto la tragicità di quegli anni.

Dal 12 al 15 dicembre Mariangela Petruzzelli mette in scena in Prima nazionale IO SENZA TE… TU SENZA ME, con Carmen Piccolo e Tiziano Ferracci. Uno spettacolo di parola intimo ed intenso frutto di una drammaturgia lineare e “sentimentalmente pregnante”.

IN AGENDA
NEWS
Platone – Storia di un dolore che cambia il mondo di Annalisa Ambrosio @ Bompiani: rileggere Platone in chiave moderna
Annalisa Ambrosio è l'audace scrittrice che porta il lettore a scavare nell'animo del filosofo che ha fondato le nostre concezioni di bene e male, di giustizia, di politica, di letteratura, di amore. Ma ci siamo mai chiesti chi sia veramente Platone?
CANE @ Teatro di Cestello: lo spirito canino è l'ultimo a morire
Cantiere Obraz adatta per il teatro “Cuore di cane” di Bulgakov al Teatro di Cestello di Firenze: Alessandra Comanducci dà vita ad uno spettacolo ironico e surreale che Russia primi novecento arriva ai nostri giorni
ARIZONA @ Teatro delle Passioni: un dramma familiare di frontiera
Al Teatro delle Passioni è andato in scena ARIZONA di Juan Carlos Rubio, un'opera che gira intorno al concetto di frontiera e di nemico al di là di un confine: un nemico che spesso è celato dentro la nostra diffidenza ed i nostri pregiudizi.
IL SISTEMA PERIODICO @ Teatro Argentina: L’autobiografia chimica di Primo Levi disegnata dalle labbra di Luigi Lo Cascio
In occasione del I centenario dalla nascita di Primo Levi, l’11 Novembre è andata in scena la sua opera letteraria-scientifica con la drammaturgia di Domenico Scarpa e Valter Malosti, resa perfettamente dall’ineguagliabile voce di Luigi Lo Cascio